multare le biciclette

da oggi potrei non essere l’unica al mondo che ha preso una multa con velocipede.
da oggi i ghisa sono autorizzati a multare i ciclisti che vanno sul marciapiede.
chissà se faranno le multe anche ai deficiente che parcheggiano in seconda fila

nel frattempo ho una meravigliosa novità: da quando ho cambiato lavoro non faccio più l’odiosa pista ciclabile di via olona che poi mi immetteva nel trantran sconnesso del pavé di via de amicis e poi nella bolgia totale di via santa sofia (dove planai per 20 metri), ma faccio una strada un po’ più tranquilla, ma senza una ciclabile che sia una, anzi no… per 10 metri c’è una ciclabile, anzi no… non è una ciclabile, ma una porzione di strada con accesso facilitato per le biciclette, che in poche parole significa una porzione di strada delimitata da una striscia gialla con in piccolo il simbolo della bici. questo significherebbe che lì potrebbero passarci le bici. peccato che in quei dieci metri ci sia una fermata dell’autobus.
diabolico eh?…

Annunci

5 Risposte to “multare le biciclette”

  1. screanzatopo Says:

    Ettepareva… ogni sera mi capita di dovermi gettare in mezzo al traffico della via Forze Armate per schivare non uno, non due, non tre ma miriadi di auto, furgoni e odiosi SUV in sosta in doppia fila.
    Punti nevralgici del tratto di Forze Armate in quel di Baggio sono all’altezza del Blockbuster e di fronte al mercato rionale. Per non parlare dell’adiacente via Cabella.
    E ultimamente intorno alle 18 i vigili sono in giro: ma non ne ho mai visto uno andare a fare le multe alle bestie che posteggiano in doppia fila perche’ cercare parcheggio e’ troppo faticoso… anzi, si girano dall’altra parte. Una di queste sere vado a tampinare un vigile di quelli, chiedendogli perche’ sta li’ con le mani in mano mentre i ciclisti devono rischiare la pellaccia per gente che se ne impippa del codice della strada e dell’uso della propria materia grigia.
    Poi faro’ sapere.

  2. io sono anni che porto avanti una battaglia (peraltro inutile) contro il fatto che in sant’agostino gli stronzi che hanno i banchi di verdura lato pista ciclabile, scaricano sulla pista ciclabile le cassette e la frutta di scarto. il tutto sotto gli occhi dei vigili (per inciso, gli stessi che mi hanno multato ormai tre anni fa…).
    1. scarto sto cazzo. ci mangia un sacco di gente con la roba che la vostra clientela che spende 5 euro per un cestino di 4 fragole non vuole perché ammaccata.
    2. quella è una pista ciclabile, non una discarica.
    3. la pista ciclabile viene pulita dall’amsa negli orari di pulizia, quindi vuol dire che fino alle 20 non si può passare con le bici, ma bisogna scendere, evitare i ponteggi per il rifacimento della facciata, evitare che gli spazzini ti puntino contro le lance d’acqua per la pulizia.

    in tutto questo, ok, multiamo i ciclisti. ok…

  3. Mi hanno investito due volte con la bici: una volta sui marciapiedi di Torino ed una a Corsico.
    A Corsico la tizia mi ha agganciato la borsa, storto la spalla e si e’ pure messa a ridere perche’ mi stava facendo male.
    Mi piacerebbe ci fossero molte piste ciclabili stile Dusseldorf, ammetto di non essere contraria alle multe perche’ cmq il rischio di far male al pedone c’e’.

  4. A leggervi mi viene da pensare che quasi quasi l’anarchia presente a Livorno sia la miglior soluzione. Il rischio investimento esiste sempre, mica siamo speciali qui ;-P, però manca del tutto il rischio multe.
    Unica limitazione che ho dovuto per ora subire, credo giustamente, è stato alla stazione. C’è uno dei due sottopassaggi che sbuca sul retro della stazione ed è utilissimo per chi come me va al lavoro dall’altra parte della ferrovia perché evita di farsi il ripido e stretto cavalcaferrovia o uno degli ancora presenti passaggi a livello. Prima per scendervi utilizzavo pure l’ascensore, ma poi venne proibito alle bici e ai motorini (!!!). Una volta un poliziotto mi fermò e mi fece scendere perché secondo lui era pericoloso fare in bici il sottopassaggio per via dei pedoni. In quel momento eravamo gli unici lì sotto, ovviamente :)

  5. in lorenteggio si arriva anche alla terza fila…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: