al super

quando ho visto le banane, ho avuto un rigurgito.
mi sono concentrata sul nulla e ho ricominciato a respirare.
fa troppo caldo.
e io faccio troppa confusione fra quello che voglio, quello di cui ho bisogno e quello che il mercato (non troppo allettante) offre.
fa troppo caldo.
devo pedalare a lungo.

sentì suonare il telefono nella stanza gelata e si svegliò di colpo e capì di averla solo sognata
si domandò con chi fosse e pensò “è acqua passata” e smise di cercare risposte,
sentì che arrivava la tosse, si alzò per aprire le imposte ma fuori la notte sembrava appena iniziata
due buoni compagni di viaggio non dovrebbero lasciarsi mai potranno scegliere imbarchi diversi saranno sempre due marinai
lei disse misteriosamente “sarà sempre tardi per me quando ritornerai” e lui buttò un soldino nel mare lei lo guardò galleggiare
si dissero “ciao!” per le scale e la luce dell’alba da fuori sembrò evaporare
(compagni di viaggio, francesco de gregori)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: