la donna con l’anitra wc

cammino da casa loro a casa mia con la gonna nuova troppo lunga che rulla sotto i miei passi e sfrulla con il vento caldo.
cammino e chiacchiero con il flacone di anitra wc, che fede mi ha comprato visto che andava a fare la spesa.
racconto alla signora quaquà della giornata, delle spese, della bici, delle foto, del sole, del cielo, dell’estate indiana.
racconto alla signora quaquà di quanto piacerebbe questa gonna a lui, e di quanto l’altra (che ho comprato oggi) piacerebbe all’altro. per lo stesso motivo, peraltro. stesso motivo, gonne opposte in colore, materiale, modello.
poi arrivo al portone e salgo le scale, raccogliendo la gonna per non inciampare. apro la porta di casa e appoggio il flacone dell’anitra wc sull’altarino all’ingresso. mi cavo la gonna, metto i pantaloncini verdi, tolgo la maglietta e infilo la t-shirt lisa.
lavo i denti. prendo il libro e vado a nanna. mentre spengo la luce, l’anitra wc mi chiede “perché loro quaquà non sono qui a vedere quaquà le gonne che hai quaquà comprato?”
“eh, chiedilo a loro perchè. non a me. quaquà”.
click, buio. notte.
domani la saccente e cacaspilli signora quaquà finisce nel cesso. che poi è un po’ la sua normale destinazione d’uso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: