quasi. lo ammazzo.

correndo in palestra, fissando la solita macchia sullo specchio, mi sono data una risposta, che se no avrei dovuto aspettare domani mattina.
il solo ricordo di quel pacco sullo zerbino mi ha fatto venire il vomito. e accelerare il passo. e andare in sincopato il respiro. ma poi ho capito che la risposta era lì davanti ai miei occhi, letteralmente parlando. adesso posso dormire con sana curiosità.
(nel frattempo ho scoperto che mi piacciono un sacco di crunch inversi e che mi vengono proprio bene, danno soddisfazione)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: