guardare oltre (la vergogna)

ascoltare la moglie di uno degli operai morti nell’incendio della thyssenkrupp dire, incurante delle vergognose accuse, che ora la sua vita sta solo nel ricominciare a vivere per il bene dei suoi figli che devono crescente sereni è una delle cose che in una fredda mattina di metà gennaio ti fa fermare un attimo, con la matita nera a metà palpebra e dirti: porcocazzo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: