l’eredità dei genitori

se tuo padre fa l’operaio, guarda gerry scotti in tivvù e magari fa la spesa il sabato con tua madre alla coop, insomma una vita tranquilla (la-là), non ti lamentare.
potresti essere figlio di un famoso fisico quantistico, e decidere che una sera a milano farai sorbire un’ora e venti di lungometraggio sulla vita di tuo padre a persone che avranno pagato per stare sedute in posti scomodi a sentirti, invece, suonare. dopo di che, sì, certo, terresti le corna.
questo per dire: bello il concerto degli eels, ma anche se fossimo arrivati un’ora e mezza dopo sarebbe stato bello lo stesso, e scomodo lo stesso.

5 Risposte to “l’eredità dei genitori”

  1. C’era mica Gabriella Carlucci tra gli spettatori?

  2. margotta Says:

    dai!!è durato solo un’ora :D

    e poi ricorda

    gatto morto
    gatto vivo

  3. pensa a quei due che hanno visto il concerto in una dimensione parallela, buona musica senza film e niente posti scomodi. siamo capitati dalla parte sbagliata ;)

  4. La noia ad un concerto è terribile..

  5. arwen_h Says:

    nn so chi sia sto gruppo..

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: