6/1826, il giorno dell’antitarme

compro i foglietti antitarme da mettere nei cassetti, ho letto su una rivista che è cosa buona e giusta. poi passo due ore perplessa ponendomi 3 domande: basta metterli nel cassetto? è meglio inserirli in un fazzoletto per evitare che macchino i capi? ma che tarme posso avere io in casa se il mio armadio è ikea e i cassetti sono di plasticona?
compro i sacchetti per l’aspirapolvere e sbaglio il modello della scopa elettrica. andrò a cambiarli: sbattimento pauroso.
compro un chilo di riso roma e uno di riso arborio. poi a casa scopro che ne avevo già tre pacchi.
compro un chilo di sale grosso e uno di sale fino. poi a casa scopro che ne avevo già quattro pacchi.
la mia vita ha degli eventi ricorrenti: faccio la lista della spesa prima di uscire, poi la perdo negli scaffali, e non mi ricordo cosa devo prendere e quindi improvviso. ma dimentico sempre qualcosa: stavolta ho dimenticato l’ammorbidente.

9 Risposte to “6/1826, il giorno dell’antitarme”

  1. ci hanno separate alla nascita, ora ne sono sicura… anch’io ieri ho dimenticato l’ammorbidente.

  2. se hai comprato i sacchetti per una scopa elettrica rowenta e invece ti sefvono quelli di un electrolux, ce li scambiamo? ;-)

  3. Non è che confondi le tarme coi tarli? le prime sono indipendenti dal quantitativo di legno che le circonda, entrano in casa e fanno merenda coi capi in lana. Di solito con quelli che a te piacciono di più. A me hanno sbranato la fodera di un guanto (uno solo, l’altro non piaceva).

    Il sale non scade, il riso sì, mettili in ordine di scadenza così consumi prima i più vecchi.

    Mi sembro donna letizia…
    Baci

  4. radollovich Says:

    ma forse confondi le tarme coi trmps, dei piccoli folletti delle foreste tarlate svedesi (importati in Italia in una Billy dell’ikea).
    I trmps si cibano di liste della spesa e si annidano nei pacchi di sale medio (e con la forza del pensiero ti impongono di diventare un’accaparratrice di salgemma – nelle versioni più oltranziste anche di sale inglese – in modo da moltiplicarsi all’infinito e impadronirsi dell’universo: non li sgomini neanche con la criptonite, forse solo col coccolino concentrato. La grande conguira dell’ammorbidente).

  5. filippus Says:

    Cara, hai tutti i sintomi della Sindrome della Formichina: scorte di sale, scorte di sacchetti per l'(aspira)polvere, scorte di riso. Non avrai deciso di rintanarti in casa per i prossimi 5 anni di legislatura di dx?
    Il sale costa meno 50 cent al kilo, averne una bella scorta non manda nessuno in bancarotta (puoi sempre utilizzarlo per fare il pesce al sale, ne va via un kilo abbondante e non te ne accorgi neppure). Ti sono vicino anche nelle tue tendenze guerrafondaie: anch’io il uikend scorso ho dichiarato guerra a tarme e polvere. Ho capito che l’aspirapolvere è stupida come le bombe intelligenti: la solleva e la sparge nell’aria. Gli acari ribelli ringraziano…

  6. usa l’aceto ;)

  7. margotta Says:

    ascolta donna letizia CV che con la radio lui ne sa tante
    e soprattutto la lista la prossima volta dalla a me
    così tu sei libera di giocare con la pistolaprezzi
    senza perdere foglietti in giro :D

  8. Può essere l’uso dell’ammorbidente considerato un segnale del passaggio all’età adulta? Io me ne guardo bene, comunque.

  9. nono c’è scritto proprio foglietti antitarme, eccheccavolo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: