e poi c’è quel suono, e quel gesto

torno a casa, monto l’85mm fisso e inizio a scattare foto a una tazza che d. ha lasciato sul tavolo stamattina. l’obiettivo mette a fuoco tutto, silenzioso, preciso, perfetto.
non guardo le foto, ma scatto, la tazza, le orecchie di isotta, dei fogli, le chiavi di casa. i trucchi, le foglie del pothos, i denti del pettine, il nido d’ape dell’asciugamano, le fessure fra le piastrelle.
poi le foto le guardo. e penso che dio c’è e si chiama canon.

6 Risposte to “e poi c’è quel suono, e quel gesto”

  1. Ma anche Nikon, Minolta, Zeiss, Pentax.
    Perché essere monoteisti?
    :-)

  2. mettiamola così: canon è l’unico dio che per ora abbia deciso di palesarsi a me, se si volessero palesare pure gli altri, magari portando doni, beh… zon disposta a crederer pure in loro.

  3. cristiano Says:

    e leica? vogliamo parlare di leica? io credo a leica.
    ma è un dio che non mi lasciano venerare…

  4. respect. Grande Auro. Anche se il cuginetto del Dio Canon , che sarebbe il Dio Nikon, mica fà schifo…..
    E Gesù Leica ?
    soldi,soldi,soldi.

  5. rispetto ogni dio e ogni religione, sempre che non cerchi di fare proselitismo ;-)
    sono monoteista e leica è una dea donna (peraltro gran donna), chiaramente.

  6. Il ragionamento non fa una piega.
    Anzi, non fa una vignettatura.
    Complimenti per il vetro!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: