Archive for the colonna sonora Category

44/1826, il giorno del fruscio di ragazze a un ballo

Posted in colonna sonora with tags , on 30 maggio 2008 by Auro

sono 10 giorni che ascolto solo i negramaro.
questo blog si è trasferito: aggiornate i vostri feed e se volete commentare fatelo di là.

Annunci

esiste ancora il combat folk?

Posted in colonna sonora, jpod with tags , , , , on 3 maggio 2008 by Auro

è da un po’ che io e claudia commentiamo un po’ incredule su alcune cose. alcune brutte, altre straordinarie: ad esempio, quanto sono gentili e degni di rispetto alcuni gruppi di nicchia. fra questi – per tanti motivi musicali e no – i ned ludd che hanno suonato a duemilaresistenze. ne parla bene – per motivi musicali e forse anche no – anche assante.

auro.muxtape.com

Posted in avec la jupe, colonna sonora with tags , , , on 5 aprile 2008 by Auro

arrivo con un certo ritardo, ma è solo perché ho dovuto sconfiggere i ricordi. quindi, ecco la prima. e come i più sagaci noteranno è solo di voci femminili.
Christina Aguilera, Lil’ Kim, Mya & Pink – Lady Marmalade
Shakira – Objection (Tango)
Robyn – Who’s That Girl
Madonna featuring Abba – Hung up [Remix]
Morcheeba – Rome wasn`t build in one day
Juliette & The Licks – I Never Got To Tell You What I Wanted To
Holly Cole – River
Gwen Stefani – Yummy
Everything But The Girl – Single
Anouk – Nobody’s wife
Christina Aguilera – Beautiful
Britney Spears – Toxic

perché la terra dei cachi è la terra dei cachi

Posted in colonna sonora, polis bergères with tags , , , , , , on 3 aprile 2008 by Auro

elio sperava che slittassero le elezioni e invece no, deve arrendersi: il suo tour manager gli ha fissato il concerto a milano nel giorno in cui mezzo mondo (almeno la metà intelligente) darà retta solo a emilio fede, enrico mentana e bruno vespa.

dormo oppure sto sognando, perché parlo ma la voce non è mia

Posted in avec la jupe, colonna sonora with tags , , , , , , on 1 aprile 2008 by Auro

parlando con marghe e claudio domenica ho avuto ben chiaro il fatto che per la generazione dei miei genitori la tragedia di alfredino ha segnato – in quanto genitori – un punto di non ritorno.
a cavallo fra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80, c’erano il terrorismo, i rapimenti, la droga, e noi non potevamo nemmeno giocare un po’ più in là del raggio visivo.
io ricordo le prime pagine, gli schemi con cui il corriere spiegava i tentativi di recuperare il bambino caduto nel pozzo artesiano, ricordo pertini riverso sull’imboccatura del pozzo che lo rassicurava. le rare volte che fanno vedere quelle scene in tivvù mi si stringe ancora lo stomaco.
sono certa che sia in quel giorno che mia madre decise che – quando andavamo dalla zia teresa – non si potesse più giocare fuori dal cortile.

dico ave maria. che bimbo stupido. piena di grazia. mamma. padre nostro. con la terra in bocca. non respiro. la tua volontà sia fatta. non ricordo bene. ho paura. sei nei cieli. e lui guardava il figlio suo. in diretta lo mandò. a woytila e alla p2. a tutti lo mostrò. a forlani e alla dc. a pertini e platini. a chi mai dentrò di sé il vuoto misurò.
(alfredo, baustelle)

charlie fa look

Posted in colonna sonora with tags , , on 16 marzo 2008 by Auro

sul palco uno sbracciatissimo magliabito rosso con oblò sulla (sexy) schiena (da verificare se con o senza reggiseno, ma si propende per un sì), e camicie da uomo molto belle.
in ogni pertugio del rolling stone camicie verdi, magliette gialle, shorts marroni, completi smoking alike, trucco d’annata, mezzi guantini di maglina nera, tacco a stiletto, infradito gioiello, ombrelli pieghevoli, trucco alla amy winehouse, glitter sugli occhi, unghie ricostruite con le jems applicate, jeans con le ruches, camicie scozzesi, mocassini inglesi, pancere e calze contenitive, elastici posticci, cerchietti di vernice rossa, kefie, sigarette, birra, acqua.
e poi una maglietta blu e una maglietta nera, dissidenti.

ma quanta fantasia ci vuole per sentirsi in due

Posted in colonna sonora with tags , , , , , on 12 marzo 2008 by Auro

venerdì ho un appuntamento – sotto il palco – con una delle donne che più preferisco.
certo poi, ovvio, sabato mattina alle 8 in vasca.
(grazie)