Archive for the ruote sottili Category

naso all’insù

Posted in milano in soggettiva, ruote sottili with tags , , , on 28 maggio 2008 by Auro

essere portata in giro per milano in moto mi piace sempre un sacco.
a parte il fatto che io sono imbranatissima a salire sulle moto, e mi faccio sempre male, e tento sempre di spaccare bauletti, o accessori vari, apprezzo moltissimo il fatto di non essere chiusa in una scatola di metallo, ma di non dover stare attenta agli automobilisti, alle precedenze, ai binari del tram e ai passanti.
cioè la figata della bici, ma senza la bici.
letta così, quindi, è una figata davvero.
ma solo a metà.

Annunci

resistencia!

Posted in ruote sottili with tags , , , , , on 27 maggio 2008 by Auro


sabato io sarò a sansiro, con un gatto e un cane in casa.
voi invece sarete a roma, e chi non ci sarà sa già cosa si perde. e se ci soffre, fa bene.

dimenticanze. inavvertitamente.

Posted in arcani maggiori, milano in soggettiva, ruote sottili with tags , , , , , , , on 20 marzo 2008 by Auro

pedalo come una forsennata in mezzo al traffico. pedalo come un’indemoniata, alterno i ritmi sui pedali. che nasty non ha le marce e quindi posso pure alternare ma senza molto risultato. mi alzo sui pedali lungo il pavé, evito le buche, le rotaie del tram, batto le mani mentre ascolto i scissor sisters.
torno a casa, isso la bici fino a camera mia, poi mi ricordo che tanto devo uscire ancora. iniziano le dimenticanze, perché stasera ho dimenticato di dire a marco una cosa importante, ho dimenticato il cellulare a casa, ho dimenticato i mezzi guanti e fa fresco.
e mentre faccio per la quarta volta di seguito (uno dei miei giochi ciclici preferiti) la rotonda di via canonica mi accorgo che non so dove portarti e così ci penso e mi dimentico poi di girare a destra e proseguo dritta per un chilometro. quando me ne accorgo, faccio inversione e ritorno verso casa di ale e ele. pavé binari pavé buca buca binari. tutta dritta, tutta dritta, tutta sui pedali. e penso che sia un po’ una penitenza perché non sono molto presente, molto presente a me stessa, molto. sono inavvertita.
poi mangio troppo e mi dimentico della dieta. e alla fine, riprendo la bici e torno a casa con molti pezzi in contromano e sento il peso della dinamo sulla ruota anteriore, che sta perdendo tono, il peso del cibo, dei pensieri e faccio una lista delle cose che avrei potuto fare e che non ho fatto: quando esaurisco le dita delle mani e dei piedi per contarle, e inizio a tenere il loro ritmo con il ritmo dei pedali, smetto di farlo.
e arrivo a casa, stanca, confusa, sudata, sporca, felice, sazia, piena di sorrisi negli occhi, candele profumate, una casa bellissima, tante botte di pavé, tutti i semafori rossi, e mi accorgo di aver dimenticato da ale e da ele l’agenda.
ok, sono un disastro: che ce vò? un po’ di pazienza, ce vò.

i can’t explain, you would not understand.
this is not how i am.
i have become comfortably numb.

meteo in bicicletta

Posted in candeggio, ruote sottili with tags , , , , on 4 marzo 2008 by Auro

per quanto loro siano stupiti, il widget era semplicemente su un altro fuso orario: in ritardo di due orette. o in anticipo? io sta cosa qui mica l’ho mai capita (cit.).

miracolo

Posted in la ciccia fa giacomo giacomo, ruote sottili with tags , , on 3 marzo 2008 by Auro

oggi per la prima volta da 6 mesi ho rivolto la parola a uno che viene in palestra con me.
in realtà l’ho conosciuto sulla porta. io slegavo nasty, lui slegava una fissa nera con il sellino altissimo e il manubrio cromato.
“scusa è una fissa?”. “sì”. sguardo interrogativo. “ma tu cosa ne sai delle fisse?”
mi ha accompagnato fino a casa. quasi. nel frattempo gli ho raccontato cosa so delle fisse.

con le ali ai piedi

Posted in milano in soggettiva, ruote sottili with tags , , , , on 26 febbraio 2008 by Auro

pedalare è l’istinto innato dell’uomo, è la scienza perfetta, farlo a milano di notte con il fresco, con un chilo di pollo alle mandorle sullo stomaco, con delle domande che girano in testa, ma nessuna voglia di risposta, è la scienza perfetta più perfetta.
è ritrovare il fiato, la voglia, la passione, la follia. tutto insieme.

le 7 soddisfazioni più soddisfazioni dell’anno

Posted in a forza di essere vento, arcani maggiori, avec la jupe, dillo con la lingua, ruote sottili, scatti e lampi, scritti corsari, vista (l)ago with tags , , , , , , , on 31 dicembre 2007 by Auro

1. il matrimonio di claudia e medhi, esserci stata e aver pianto
2. una canzone con un mio testo
3. fare una foto ed essere felice così
4. un lavoro che mi diverte e un sacco di libri
5. la prima volta che ho visto il villoresi
6. aver fatto il piercing alla lingua
7. aver detto chiaramente come stavano le cose
(in ordine casuale)