Archivio per grazie

il 25 aprile degli altri

Posted in partecipazione with tags , , on 27 aprile 2008 by Auro

mi piace linkare lui, poi lui, poi lei. poi ringraziare lui per il video della manifestazione di milano.
poi ringraziare loro (lei soprattutto, e soprattutto per sofia), e lei, lei, lui, lei.
e poi ringraziare il vostro dio che manda giù dal cielo ogni anno un giorno come il 25 aprile, che spesso piove, talvolta no, ma che è sempre pieno di orgoglio e di facce, visi e voglia di fare.
grazie.

Annunci

pazzo o illuminato?

Posted in jpod, scatti e lampi with tags , , , on 9 aprile 2008 by Auro

lui ha letto il mio appello e, incurante del fatto che regalarmi un altro anno di foto significhi anche un altro anno di auronanismo, mi ha regalato il pro per tutto il 2008.
grazie, davvero.

365 sguardi indietro

Posted in pinguinismo, vista (l)ago with tags , , , , on 8 febbraio 2008 by Auro

style.it compie oggi un anno.
la community di menstyle.it compie un mese.
un anno fa io mettevo cd e stampe in una scatola che per comodità ho appoggiato sulla scrivania nuova. oggi ho guardato sotto mille scartoffie e la scatola è ancora lì. è un pezzo del fine pena (mai) che tengo lì a testimonianza di ciò a cui (assai imprudentemente ma con mucho gusto) ho rinunciato.
guardo le foto di me un anno fa e anche se mi vedo più invecchiata, mi scopro più tranquilla. più incosciente. più ricca (se non altro di esperienze). più auro che mai.
e il grazie va a tutti coloro che lo sanno che li sto ringraziando. di cuore.

genova per noi, con sentiti ringraziamenti

Posted in partecipazione with tags , , , , , , , , , on 18 novembre 2007 by Auro

beh, grazie.
grazie a chi c’era, perché è stato bellissimo.
è stata la prima vera manifestazione in cui non ci sia stato nemmeno un pulotto a vista (a un certo punto sì, ma erano in dieci e molto distanti). e non è successo nulla di nulla, non una vetrina spaccata, non una macchina urtata, che io abbia visto, nemmeno una tag (almeno io non ho visto nessuno farne).
ce n’era bisogno. c’era bisogno di calma e di silenzio. non è stata una manifestazione urlata, anzi. è stata una manifestazione onesta. fino alle quattro c’era poco e nessuno che i treni da milano non sono arrivati in orario (noi eravamo con i pullman di rifo che sono una macchina perfetta di organizzazione, grazie rifo), poi mentre il corteo avanzava lento lungo il porto vecchio, c’è stata l’invasione dei milanesi e all’uscita del sottopasso era tutto dannatamente enorme, vivo e bellissimo.
grazie a chi è venuto con me perché mi ci ha trascinato.
grazie a chi mi ha regalato il suo panino mortazza e formaggino (la maionese sarà per la prossima volta) e ha allisciato il mio picco mensile di sociopatia.
grazie a chi mi ha invitato sotto il palco, a chi mi ha scritto messaggi per sapere come andava (tutto bene, tutto calmo, c’è il sole, si sta da dio).
grazie a genova che è bellissima, grazie al bellini. grazie a don gallo che ha ripetuto 7 volte le stesse cose (comprese i vaffanculo, gli stronzi e gli improperi).
grazie al trentenne dell’autogrill, che manco poco gli lasciavo il mio numero di cellulare.
grazie ai romani che ci hanno insegnato un nuovo coro: rispettiamo solo i pompieri. e mi hanno fatto parecchio ridere.
grazie ai porchettari di pavia in trasferta.
e grazie alla mia mamma (che mi ha fatto così funky).
(forse una ferita oggi non dico che si è rimarginata ma almeno ha smesso di sanguinare)