Archivio per il manifesto

rassegna stampa

Posted in jpod, scritti corsari with tags , , on 27 marzo 2008 by Auro

pd-prima.gifquelli del manifesto osservano la rete.

Annunci

ci son tre coccodrilli

Posted in avec la jupe, vista (l)ago with tags , , , , , , , , on 7 novembre 2007 by Auro

leggere con un giorno di anticipo il settimanale significa sapere in anteprima la copertina e leggere capitani prima dell’universo mondo (ma tanto brezsny è molto meglio), ma significa anche non avere gli inserti che – purtroppo – vengono inseriti a meno di 24 ore dalla distribuzione su milano e roma. e a meno di 48 dalla distribuzione sul territorio nazionale.
i due pezzi più belli su biagi secondo me sono quelli della rangeri sull’ultima del manifesto (che in prima dedica un boxino) e – appunto – quello di mentana nell’inserto del settimanale, che ho rubato a una collega.
nel frattempo alessandro gilioli segnala anche questo pezzo di de bortoli che è veramente molto bello.
il titolo del post di gilioli fra l’altro è la citazione che uso sempre per descrivere il mio lavoro. forse è il contesto in cui si lavora che (talvolta, con un pizzico di fortuna e molta giocosità) aiuta.

celo celo manca

Posted in partecipazione with tags , , , , , on 22 ottobre 2007 by Auro

qui si è iniziata la raccolta delle figurine del comunismo.
5 bustine e ho già due doppioni. qualcuno ha da scambiare?
(ovviamente ho già pesce, pinelli, engels e bresci)

compri anche repubblica?

Posted in arcani maggiori, libera veramente, partecipazione with tags , , , , , , on 5 marzo 2005 by Auro

ieri sera scendo dal treno e ricevo l’sms di g.
chiamo m. per chiedergli di confermarmi la cosa, avevo forse bisogno che me lo dicesse anche lui per crederci sul serio.
giuliana è stata liberata
stanca, stanchissima, con alle spalle una giornata complicata, con 35 minuti di attesa di un treno in una stazione ferroviaria che non sapevo neanche che ci fosse.
m. non è riuscito a confermarmelo al volo, avevo voglia di tornare a casa in fretta.
scendo in metropolitana, torno su: sms di conferma di m. e io che finalmente guardo il cielo e urlo un sì che mi sembra eterno.
fuori dal supermercatino sfigato che c’è all’uscita della metropolitana mi sorride un ragazzo di colore e mi dice “è libera, vero?”. sguardo complice e via a casa, poi a teatro, poi a mezzo ubriacarmi.
stamattina m. si è svegliato presto, l’ho sentito andare in bagno e accendere la mia radio, che è incancrenita su radiopop, ho riconosciuto lo stacchetto musicale. poi mi sono riaddormentata, fino a quando m. non è tornato in stanza e mi ha detto che l’agente del sismi (nicola calipari) che la stava riportando a casa è stato ammazzato dagli americani poi ha aggiunto altre cose…
non riuscirei a combattere contro morfeo per dire qualcosa di sensato, mi spiace. lo saluto, chiudo la porta, lo aspetto a casa.
tornando a letto mi spiace perché avrei voluto dirgli di comprarmi il manifesto, poi mi riaddormento.
mi sveglio e trovo un messaggio di m.: oggi il manifesto lo compro io.
grazie. ho anche io molta voglia di saperne di più.
RadioPopolare, IlManifesto