Archivio per liberazione

11/1826, il giorno della liberazione

Posted in 1826 all'alba, partecipazione with tags , , on 25 aprile 2008 by Auro

buona festa d’aprile.

Annunci

liberazioni

Posted in casa auro with tags , , , on 22 gennaio 2008 by Auro

da oggi il pc resta in ufficio: basta sherpa.
da oggi non ho più la porno vicina di casa: stamattina ho aperto la porta e puff… stava traslocando.

la croce la si mette lì, forse

Posted in polis bergères with tags , , , , , on 5 marzo 2005 by Auro

ieri ho comprato liberazione perché quello che avevo sentito in radio (sì, è sempre quella comunista di radiopop, perché porca merda diciamocelo, chi cazzo fa sentire, altrimenti interi stralci dei congressi dei partiti?) mi aveva colpito molto.
mi aveva colpito la scelta del fausto di andarsene dalla segreteria del partito l’anno prossimo.
mi aveva colpito la scelta di ingrao di chiedere l’ammissione al partito.
mi avevano colpito molte delle tematiche affrontate nella nota introduttiva del congresso.
mi aveva colpito il fatto che prodi prendesse appunti.
volevo capirne di più.
non so se sono perfettamente convinta da quello che il principale correntone di rifondazione sostiene, ma mi sembra che sia condivisibile l’opinione più diffusa: rifondazione non ha svoltato, ma è cresciuta e maturata rispetto al 1998 (non che ci volesse molto).
forse un voto più di cuore e meno dovuto all’esasperazione, ecco… forse glielo si potrebbe pure dare.
Liberazione, Rifondazione

compri anche repubblica?

Posted in arcani maggiori, libera veramente, partecipazione with tags , , , , , , on 5 marzo 2005 by Auro

ieri sera scendo dal treno e ricevo l’sms di g.
chiamo m. per chiedergli di confermarmi la cosa, avevo forse bisogno che me lo dicesse anche lui per crederci sul serio.
giuliana è stata liberata
stanca, stanchissima, con alle spalle una giornata complicata, con 35 minuti di attesa di un treno in una stazione ferroviaria che non sapevo neanche che ci fosse.
m. non è riuscito a confermarmelo al volo, avevo voglia di tornare a casa in fretta.
scendo in metropolitana, torno su: sms di conferma di m. e io che finalmente guardo il cielo e urlo un sì che mi sembra eterno.
fuori dal supermercatino sfigato che c’è all’uscita della metropolitana mi sorride un ragazzo di colore e mi dice “è libera, vero?”. sguardo complice e via a casa, poi a teatro, poi a mezzo ubriacarmi.
stamattina m. si è svegliato presto, l’ho sentito andare in bagno e accendere la mia radio, che è incancrenita su radiopop, ho riconosciuto lo stacchetto musicale. poi mi sono riaddormentata, fino a quando m. non è tornato in stanza e mi ha detto che l’agente del sismi (nicola calipari) che la stava riportando a casa è stato ammazzato dagli americani poi ha aggiunto altre cose…
non riuscirei a combattere contro morfeo per dire qualcosa di sensato, mi spiace. lo saluto, chiudo la porta, lo aspetto a casa.
tornando a letto mi spiace perché avrei voluto dirgli di comprarmi il manifesto, poi mi riaddormento.
mi sveglio e trovo un messaggio di m.: oggi il manifesto lo compro io.
grazie. ho anche io molta voglia di saperne di più.
RadioPopolare, IlManifesto